Storia

 Nc Monza

L'idea e il coraggio di portare la pallanuoto a Monza nascono alla fine degli anni '80 da un gruppo di amici della sezione brianzola della Società Nazionale Salvamento E così, dalle chiacchiere e dalla semplice passione per l'h2o, si passa velocemente all'ambizioso progetto sportivo.
I pionieri del Nuoto Club Monza si insediano presso la piscina di Varedo, non essendo disponibile un impianto omologato sul territorio monzese, e iniziano nel 1991 la gavetta dei campionati Fin. Il team, inizialmente composto da appassionati del genere con tanta voglia di fare esperienza, si consolida nel tempo raccogliendo e formando atleti desiderosi di far parte di questa realtà nascente e ambiziosa.
Nel frattempo, dal 1998, il NCM mette piede ufficialmente a Monza dando vita alle prime squadre giovanili. Un gruppo di giovanissimi atleti monzesi, seguiti da altrettanto giovani tecnici, ricavando spazi di allenamento nelle piccole piscine monzesi porta lo scudetto con la Corona Ferrea a confrontarsi con le compagini lombarde di maggior tradizione. È questo l'inizio del percorso che ha portato negli anni il NCM ad affermarsi come una delle scuole pallanuoto giovanile più solide e prolifiche della Lombardia.
La vera svolta del cammino del NCM nel panorama pallanuotistico lombardo e italiano arriva nel 2006, con l'inaugurazione del Centro Natatorio "Pia Grande", l'attuale e definitiva sede della società, e il ritorno a casa di tutte le squadre monzesi. L'impegno e la determinazione di atleti, tecnici e dirigenti, finalmente liberi di esprimersi in un impianto di livello, portano tutte le squadre giovanili ai vertici delle serie regionali e a sfidare le migliori società italiane nelle fasi nazionali dei rispettivi campionati.
Il buon lavoro sulle giovanili porta benefici alla prima squadra, che si assesta nel campionato di serie B con un occhio sempre più "interessato" alla serie superiore, grazie al contributo di atleti per lo più cresciuti nella scuola pallanuoto briantea.
Questo il passato. Il presente e il futuro sono raccontati in questo sito.
Ad maiora!